Note on Communication

27 Set

Frank_Plumpton_RamseyRiporto la mia traduzione di un appunto dattiloscritto di Frank Ramsey conservato presso gli archivi del  Dipartimento della Filosofia Scientifica dell’Università di Pittsburg  nella raccolta FR 007-03-02 (box 7, folder 3)

Si tratta di una riflessione che riguarda la comunicazione ed il significato. Deriva sia da una analisi delle posizioni in merito sia di Russell nel suo articolo pubblicato su Monist nel 1914 Sulla Natura della conoscenza – Descrizione preliminare dell’esperienza, sia dalla lettura del Tractatus di Ludwig Wittgenstein.

Questa è la traduzione.

A. Nota sulla comunicazione

Se le parole simboleggiano i pensieri,

le mie parole devono simboleggiare i miei pensieri

cioè , le parole sono private

ovvero, il mio uso di “tavolo” simbolizza il mio dato sensoriale di un tavolo

Ma se il mio uso di ” tavolo” può essere compreso – cioè può causare a qualcun altro di pensare ad un tavolo [Questo deduco dalle loro risposte e comportamento, che conosco attraverso i miei dati sensoriali.] la parola (simbolo) ” tavolo” deve essere in un certo senso pubblica .

I miei dati sensoriali sono certamente privati vale a dire che ​​non sono di chiunque altro.

Così che la comunicazione presuppone che i dati sensoriali siano insieme di persone e di cose.

Le relazioni di comunicazione sono quindi

Schermata 2014-09-27 alle 17.16.06

simbolo – pensiero – dati sensoriali – oggetto

Cioè, in una comunicazione corretta deve essere simbolizzata la stessa cosa, gli stessi dati sensoriali non possono esserlo.

Questo è il testo originale:

A. Note on Communication

If words symbolize thoughts,

my own words must symbolize my own thoughts

that is, words are private

or, my use of “table” simbolizes my sense-data of a table

But if my use of “table” can be understood – i.e. can cause someone else to think of a table

[This I infer from their answers and behaviour, which I know through my sense-data.] the word (symbol) “table” must be in some sense public.

My sense date are certainly private i.e. are not anyone else’s.

So that communication supposes both persons and things that sense-data are of.

The relations in communication are thus

Schermata 2014-09-27 alle 17.17.16

symbol- thought – sense-data – thing

That is, in correct communication the same thing must be symbolized, the same sense-data cannot be.

Annunci

Una Risposta to “Note on Communication”

  1. Maria Carla Galavotti 30 settembre 2014 a 08:55 #

    Trovo incredibile che queste traduzioni vengano pubblicate senza che il nome del traduttore sia messo in evidenza. In effetti, non lo trovo indicato da nessuna parte.
    Faccio poi osservare che i testi di Ramsey sono coperti da copyright, essendo di proprietà degli Archives for Scientific Philosophy della Pittsburgh University.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: