IF NO PROPOSITION OF EXPERIENCE IS A PHYSICAL PROPOSITION

16 Dic

Ramsey_2Questa è la traduzione di una breve nota di Frank Ramsey  sul rapporto tra proposizioni e oggetti fisici. Il testo in lingua originale è sato pubblicato dalla prof.ssa Maria Carla Galavotti nel libro Notes on Philosophy, Probability and Mathematics ed. Bibliopolis.

Al termine riporto il il testo in inglese.

SE NESSUNA PROPOSIZIONE DELL’ESPERIENZA E’ UNA PROPOSIZIONE FISICA

Se nessuna proposizione sperimentale è una proposizione fisica, allora nessuna proposizione fisica è una proposizione sperimentale. Cioè se riuscissimo a tradurre la fisica in esperienza dovremmo essere capaci di tradurre l’esperienza nella fisica. Aggiunto a matita : Ma qualcuna potrebbe essere traducibile senza che lo siano tutte.

Dal punto di vista dell’esperienza, un oggetto fisico è una condizione visuale; di che genere questa condizione è un problema non riferibile ai sensi esattamente analogo a chiedere “che cosa è l’elettricità?”. Come dire che tutto può essere spiegato supponendo che queste condizioni siano parti di un insieme speciale (significato spaziale con la qualità dello spazio visivo) ∴ che probabilmente ci siano tali parti è assurdo, perché tutto ciò che può essere rilevante per la spiegazione è la forma dello spazio visuale. Questo è così stupido come dire che la carica elettrica è uguale al rosso se positiva al verde se negativa. Se così fosse, nulla potrebbe dipendere da questo.

Lo spazio visivo è quasi euclideo, ma non del tutto. Questo tipo di ragionamento sembra perfetto, ma non convince che il passato sia una condizione della memoria e il futuro che cosa? Che è sicuramente un nonsenso.

E questo è il testo originale:

IF NO PROPOSITION OF EXPERIENCE IS A PHYSICAL PROPOSITION

If no proposition of experience is a physical proposition, then no physical proposition is a proposition of experience. I.e. if we could translate physics into experience we should have to be able to translate experience into physics. Added in pencil: But some may be translatable without all.

From the point of view of experience, a physical object is a condition of seeing; of what kind this condition is a senseless question exactly analogous to asking “what is electricity?”. To say everything can be explained by supposing these conditions to be parts of a special whole (spatial meaning with the quality of visual space) ∴ they are probably such parts is absurd, for all that can be relevant to the explanation is the form of visual space. It is as silly as to say electric charge is the same as the red if positive green if negative. If it were, nothing could turn on it.

Visual space is nearly euclidean but not quite. This kind of reasoning seems perfect but doesn’t it lead to the past being a condition of memory and the future what? Which is surely nonsense.

Annunci

Una Risposta to “IF NO PROPOSITION OF EXPERIENCE IS A PHYSICAL PROPOSITION”

  1. simpsons tapped out hack no survey 16 gennaio 2014 a 21:16 #

    It’s perfect time to make some plans for the future and it’s time to be happy.
    I have read this post and if I could I wish to suggest you
    some interesting things or suggestions. Maybe you could write next articles referring to this article.
    I wish to read even more things about it!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: